27/05/2019
Assemblea ordinaria dei Soci - 25 Maggio

Assemblea 2019

Sabato 25 maggio l’Assemblea dei Soci ha approvato il bilancio 2018.

Come avviene oramai da diversi anni crescono i depositi e i finanziamenti: la raccolta da clientela ha raggiunto i 245 milioni di euro e gli impieghi a clientela i 210 milioni di euro. Migliora la qualità del credito: l’incidenza del credito deteriorato netto sugli impieghi netti è del 5,70%, mentre il rapporto sofferenze nette sugli impieghi netti è sceso al 2,06%, dato tra i più bassi nella storia della Banca; il coverage sul credito deteriorato ha raggiunto il 55%. Significativa è stata la crescita del numero dei clienti (+519 unità), dei soci (+158 unità) e del numero dei conti correnti (+501 unità). 

Il risultato economico al lordo delle imposte ha registrare un incremento del 6,6% (+300 mila euro), mentre l’utile netto è stato pari a 3,9 milioni di euro in linea con quello dell’anno precedente. Si evidenzia un cost income (costi operativi su margine di intermediazione) del 41,3%, tra i più contenuti del sistema bancario.

I Fondi Propri, composti da capitale di primaria qualità, hanno raggiunto i 49 milioni di euro, determinando un CET1 ratio di quasi il 30%, tra i più alti in Italia.

Il Presidente Luciano Sgarbossa, nel riassumere l’andamento dei dati più rilevanti, evidenzia la continua crescita della Banca sotto tutti gli aspetti. Crescere è importante, ma è necessario farlo in maniera equilibrata e tenendo sempre ben presente il principio della “sana e prudente gestione” affinchè sia sempre preservata la solidità della Banca a tutela dei risparmiatori; solidità asseverata da un CET1 ratio come detto in precedenza di quasi il 30%. La nostra Banca è affidabile come certificato da un’analisi fatta alcuni mesi fa da Altroconsumo che su oltre 300 banche operanti in Italia ci colloca al 15° posto assoluto e al 6° posto tra le BCC per affidabilità.

Questa affidabilità sarà maggiormente rafforzata dall’avvio, avvenuto lo scorso 4 marzo, del Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA a cui la nostra Banca ha aderito; Primo gruppo bancario per capitale interamente italiano, terzo per numero di sportelli e quarto per totale attivo di bilancio.

Entriamo nel Gruppo Bancario dalla porta principale, nella migliore classe di rating, vale a dire con tutti gli indicatori in regola che ci permetteranno di avere una grande autonomia e così continuare a fare la Banca del Territorio vicino a famiglie e imprese.